Gestire costi, prezzi, marginalità e liquidità.

Piccola impresa del settore industria, circa 20 dipendenti.

La società negli anni ha realizzato delle perdite d’esercizio.

La struttura societaria è composta dall’ amministratore, un commerciale part-time e operai suddivisi tra i reparti di stampaggio, carteggiatura, verniciatura, rivestimento e logistica.

La società non ha un presidio a livello di gestione delle attività d’ufficio, la presa in carico degli ordini, la gestione delle banche e di tutti gli adempimenti amministrativo/burocratici sono gestiti in prima persona dall’amministratore e da sua moglie.

E’ presente un programma gestionale, ma è utilizzato unicamente per le attività di bollettazione, fatturazione con invio allo SDI, ricevimento delle fatture passive sul cassetto fiscale. 

La contabilità è tenuta presso un commercialista esterno.

La proprietà, preoccupata dall’andamento dei conti aziendali, dal mancato rispetto dei tempi di consegna ai clienti, dalla crisi di liquidità, ha richiesto l’intervento di Odigos per verificare che non ci fossero irregolarità nella gestione di alcune operazioni di finanziamento, supportare l’amministratore nella gestione degli istituti di credito, dotare l’azienda di strumenti che permettano una previsione dei flussi di cassa futuri e che consentano anche una gestione strutturata degli ordini di vendita e di produzione. 

Effort concordato : 2 gg settimanali

Attività svolte

  • Analisi analitica del fatturato per cliente, canale di vendita, prodotto….
  • Calcolo dei costi delle diverse fasi di produzione dei prodotti finali
  • Allocazione dei costi su prodotti finiti in modo da calcolare la marginalità per cliente/prodotto.
  • Supporto all’amministratore nelle politiche di pricing (revisione dei listini).
  • Partecipazione a due bandi regionali per finanziamenti agevolati con garanzia statale e a tassi agevolati.
  • Trattative con le banche per una estensione dei fidi.
  • Predisposizione di un cash flow previsionale in modo da avere visibilità sul fabbisogno finanziario dei mesi successivi.
  • Controllo sulla regolarità di alcune operazioni di finanziamento (anticipi su fatture, ecc.)
  • Analisi sulle criticità della struttura aziendale e relative proposte di miglioramento. 

Allo stato dell’arte le attività svolte hanno permesso di individuare errori nella costruzione dei prezzi di vendita rispetto agli effettivi costi di produzione ed iniziare il necessario intervento correttivo. Sono in corso trattative con gli istituti di credito per il corretto dimensionamento dei castelletti, è stato ottenuto un importante finanziamento a garanzia statale, si sta procedendo a dotare la società di un nuovo programma gestionale e della sua corretta implementazione. 

L’amministratore della Società sta traendo molto benefico dall’avere un manager esperto che lo supporti e lo indirizzi nella gestione aziendale e nei molti adempimenti amministrativi a lui non agevoli.