Governare il cambiamento culturale e strutturale

Industria chimica, 40 dipendenti

La Direzione esprime difficoltà nella gestione del proprio personale a causa di frequenti tensioni legate ad una storica immobilità delle retribuzioni, a ruoli non ben definiti, a relazioni “stanche” tra il personale e con i vertici aziendali, a regolamenti interni vecchi e poco rispettati. La Società sente la necessità di riprendere vigore e competitività attraverso un miglioramento del clima aziendale ed una gestione del personale più moderna, performante e proiettata al futuro.

Interventi effettuati

Analisi delle prassi retributive attuali incrociando dati relativi ai livelli di inquadramento, alle retribuzione ed al ruolo/funzione svolta in azienda. 

Benchmark delle retribuzioni praticate in azienda rispetto alle retribuzioni applicate all’interno del mercato/settore di riferimento.

Inserimento nuove politiche retributive per tipologia di funzione e corrette le situazioni critiche o mal gestite.

Creazione mansionari per le differenti funzioni aziendali.

Implementazione di un piano di welfare aziendale

Costituzione nuovi regolamenti aziendali ed effettuato un percorso di informazione/formazione degli stessi.  

Costruzione programma di formazione del personale dipendente con l’utilizzo di fondi per il finanziamento della formazione.

Introduzione di un processo strutturato di ricerca e selezione del personale basato su di una più approfondita valutazione delle competenze dei candidati rispetto al ruolo da svolgere.

Risultati

Allo stato dell’arte è stato apportato un profondo cambiamento strutturale e culturale all’interno della società, sono state inserite nuove risorse, sono stati definiti nuovi regolamenti, sono state risolte le situazioni di tensione ed è stato avviato un importante percorso formativo. Le azioni fatte sino ad ora hanno portato allo sviluppo di nuove e sfidanti dinamiche professionali ed allo sviluppo di un clima migliore.